mercoledì 7 novembre 2007

led zeppelin

Ormai è Zeppelin-mania.
Sapientemente condotta dal marketing della casa discografica ma sempre mania.
La tanto attesa (non da me che sono contrario a priori) reunion, rimandata di qualche giorno per il dito rotto di Jimmy Page.
La nuova antologia definitiva di 24 pezzi (2 CD versione normale o 2 CD + DVD con 19 pezzi live versione deluxe) in vendita dal 9 Novembre.
L’annuncio che tra pochi giorni l’intero catalogo della band sarà scaricabile on line.
Il disco di Robert Plant con Alison Krauss (Raising Sands) che entra diritto al n. 2 della top200 di Billboard.
Nella colonna sonora di Shreck 3 c’è entrata non si sa come Immigrant Song, visibile anche nel trailer quando urla Fiona.
Siamo in piena trance zeppeliniana e non ce ne siamo ancora accorti del tutto.
Alcuni lo troveranno eccessivamente business-oriented.
Altri grideranno è ora di smetterla di ascoltare i vecchi diamoci al nuovo.
Qualcuno invece (come il sottoscritto) si turerà il naso (ma tanto c’ho il raffreddore) e COMUNQUE ripercorrerà a briglia sciolta la meravigliosa cavalcata dello Zeppelin.
Una delle più maestose e potenti della storia del Rock.
Avanti ripartiamo.
Per l’occasione ho rispolverato la mai troppo lodata Tangerine, nella versione live dal mitico concerto a Earls Court.

66 commenti:

denise ha detto...

sarà pure un'operazione commerciale...reunion + cd + dvd e chipiùnehapiùnemetta...ma gli zep aprono il cuore e la mente e darei anche un rene per vederli una sola volta dal vivo...

pogo ha detto...

La domanda è: che diavolo di reunion è? Una halbzusammen?

Io ho postato sui 500 rolling stone come promesso. E sono armato pure di giubbotto Kevlar e elmetto... :-)

loopdimare ha detto...

1 l'album con Allison Krauss non ha niente ma proprio niente da spartire con gli Zep
2 Plant e Page hanno suonato diverse volte assieme e nessauno l'ha messa giù dura, eppure erano le due punte di diamante del gruppo.
3 il tuo articolo non fa che accodarsi al pompaggio mediatico in atto, acriticamente.
spero che ti abbiano almeno regalo un biglietto...

majorTom ha detto...

Io non mi accodo a niente.
Ma il pompaggio mediatico non è mai troppo per calibri di questo tipo.
Altrimenti cosa dovremmo dire dell'n-sima (e tripla, attaccato di uno zimmermann) raccolta di Bob Dylan uscita di recente?
Gli Zep sono quasi una ragioen di vita.
Sicuramente uno dei miei top five di sempre.
E più li pompano più ci godo.
Ma biglietti, ahimè, nisba.

denise ha detto...

majortom for president!

Sandro ha detto...

Tralasci, però, caro DIAMOND, quella che è davvero la notizia più importante. A seguito della reunion dei LED ZEPPELIN è quasi data per certa quella dei DREAD ZEPPELIN. Sembrà che sarà la band capitanata da TORTELVIS a fare da gruppo spalla ai LED nel mondial tour 2008.
Che ce l'hai un posto da segretario?

countryfeedback ha detto...

"Una delle più maestose e potenti della storia del Rock"... direi "LA" più potente...
Eterni Zep (anche nella mia top5 di sempre) anche se pure io storco il naso di fronte alla reunion (pure perchè le volte precedenti che ci provarono furono dei fiaschi) e poi manca Bonzo, non ce lo dimentichiamo.
Ad ogni modo, 8 dischi da studio che li hanno resi la più grande rock-band dei '70 (e non solo)... e Page è il più grande e geniale chitarrista di tutti i tempi.

pogo ha detto...

[Premetto che ho sempre apprezzato i Led Zeppelin e i primi 4 album li ho amati (forse amo anche PG)].
La più grande rock band dei 70?
Page il più grande e geniale chitarrista di tutti i tempi?
Country... mi sembra un tantino esagerato...

majorTom ha detto...

Sul "the best rock act of the seventies" sono assolutamente d'accordo con country.
Chi, in alternativa?
Sugli otto dischi da studio, è chiaro che non sono tutti sullo stesso livello, ma rivisti a n anni di distanza anche episodi che all'epoca sembravano più incerti (Presence, In through the out door) vengono apmpiamente rivalutati.
E' chiaro che a confrontare l'oro con il platino il primo sembra peggio.
Ma sempre oro resta.
E di questi tempi.....

Su Jimmy Page, anche se non lo considero il "number one" (sicuramente, restando tra i chitarristi prettamente rock, Hendrix, Duane Allman, Van Halen, Bloomfield e Clapton sono prima di lui) io lo colloco comunque tra i primi dieci all time.

loopdimare ha detto...

sull'importanza storica del gruppo niente da dire.
la mia sensazione è che il tratto generale degli zep sia l'isteriamo: Plant enfatizza all'estremo nel disperato tentativo di sembrare nero e Page sembra uno spiritato negli assoli...
che poi questa formula funzioni (spesso) è fuor di dubbio. però presi singolarmente (cosa che vale anche per tanti altri gruppi) non sono da urlo.

Ladypazz ha detto...

"turerà il naso" ..mio nonno diceva così.. :)
..che ti devo dire di sicuro nn comprerò nessuna antologia perchè io a natale desidero solo zucchero e le sue canzoni copiate..tra l'altro l'ho visto in diretta quest'estate nella sua performance riportata su tutti i giornali..in fondo lo pagavano solo 350 000 euri!!! per due ore di concerto in un locale per ricchi la notte di ferragosto..aveva dei buoni motivi per urlare " baldracca ad una che parlava al tel invece di ascoltarlo..sono andata fuori tema di parecchio vero? e che io sono così..
però i Led gli adoro e ce li ho anche in mp3! prrr

pogo ha detto...

Un momento, maggiore. Si intende quelli che hanno fatto in percentuale i migliori dischi in un decennio o quelli che in attività nei Settanta erano globalmente i migliori? Perché in quel caso io dico The Who.

Come chitarristi Allman e Hendrix mi sembrano una spanna, mica di poco, sopra...

majorTom ha detto...

@pogo
OK, ti concedo che gli WHO almeno al livello degli Zep sono stati.
Però erano attivi dal 1965 e le loro cartucce migliori le hanno sparate prima degli Zep.
Who's Next che per me è il loro capolavoro è del 1971. Ma non arriva ad annunciare qualcosa semmai a concludere.
Per i chitarristi ho già scritto, siamo in sintonia.

@ledi
.........come farei senza la tua vena corrosiva? D'altronde, spesso, sono così anch'io.

ladypazz ha detto...

innanzitutto rispondi prima alle signorine e poi io sono CORROBORANTE nn corrosiva..

majorTom ha detto...

@ledi
.....eppure questo tuo stile "gattino attaccato ai maroni" a me piace un sacco.
Però a te, Tangerine, piace?
E visto che sei una fan degli zep quali sono le tue preferite?

pogo ha detto...

È vero. "Who's next" chiude. Divinamente, però.
Scusa l'esagerazione ma i due lavori marcati 70 da Pete e compagni ("Tommy" e "Who's next") mi sembrano meglio di tutti i lavori Led Zeppelin messi insieme.
Da una parte c'è il genio. Dall'altra grandissimi, bravissimi, a tratti geniali ma non all'altezza dei primi. Almeno a me così sembra.

P. S. il fatto che siate tornati tutti da Assante mi sconsola un po'! Sai che odio le registrazioni ma mi toccherà farlo prima o poi...
Intanto, in un modo o nell'altro bisogna recuperare Ovi. Rischia di andare in trance come l'eremita di Comix...

'pazz ha detto...

attento la la mia padroncina non mi ha tagliato le unghie..
cmq per quanto riguarda il mio blog: nella vita seguo una filosofia che impedisce alla rabbia o alla gelosia di annebbiare i pensieri e si chiama filosofia del chi cazzo se ne frega (me l'ha consigliata il mio scrittore preferito e l'ho apprezzata al volo)..in rete è tutto molto più amplificato, emozioni, pensieri,scriviamo sentendoci dei premi nobel già arrivati ma il massimo che mi è accaduto è stato quello di esser copiata e di aver ricevuto proproste di lavoro come gostwhryter improponibili.. e per questo sto facendo fatica, sto cercando di ridimensionarmi..ecco..ladypazz e io siamo due personaggi che per la gente che mi circonda non hanno nulla a che vedere..ma il problema dov'è? il problema è che io sono ladypazz..e sono ben poco invece la persona che mostro di essere in giro..scoprirmi a chi mi conosce nella vita mi infastidisce e nn mi consente di scrivere come una volta..come nemmeno tu mi hai mai letto..e finisco per scrivere stronzate che van bene a tutti ma nn a me..
per quanto riguarda i led sarò banale ma il mio disco preferito è in assoluto il IV album di Black Dog e Stairway to Heaven..

majorTom ha detto...

@ledi
Sul teme del nostro "doppio" virtuale ho intavolato discussioni infinite che mi hanno anche causato serie ferite.
Io la penso forse come te, se ho capito bene.
Diamonddog e Majortom non sono finti.
Sono degli Stefano (così mi chiamo) ad alto volume e con meno peli sulla lingua.
Io credo che in rete ci si possa sciogliere di alcuni vincoli che nella vita reale giocoforza ci bloccano.
Il che non vuol dire essere falsi, ma amplificati, come dici anche te.
Purtroppo il limite dov'è.
Che con le persone della tua vita reale ciò è molto difficile da spiegare.
E qui parte la tiritera di "lo dico o non lo dico agli amici? al partner?" ecc.
Sono situazioni che tutti i blogger prima o poi provano, più o meno coscientemente.

majorTom ha detto...

@pogp
dai ci conosciamo da tanto e sappiamo che entrambi siamo un pò "tranchant".
Tommy e Who's next sono sicuramente 2 capolavori, ma altrettanto si può dire per me di Zep II, Zep III e Zep IV.
Forse anche di Houses of the Holy.
Non Zep I che è ancora troppo derivato dai modelli ufficiali.

Anonimo ha detto...

mi serve in aiutino da parte vs: siete musicalmente delel chiaviche, ma a me i Getro Tal fanno cagare, per cui non so come districarmi...

devo fare per domani verso le 10 (quando lui passa...), per il mio pustén interista (cioè, per suo figlio), una ricchissima (2/3/4 cd...) compilescion dei Getro Tal (anche una di Elton John, ma quella la conosco bene...)

che gli faccio?

ho questo materiale:

JETHRO TULL
***** Aqualung
***** Living in the Past
***** Stand Up
*** Minstrel in the Gallery
**** M.U./The Best of Jethro Tull
**** Repeat/The Best of Jethro Tull, vol. II
*** Bursting Out/Jethro Tull Live

grazie

majorTom ha detto...

Con me caschi un pò male.
A me i Jethro Tull piacciono assai ma non sono in grado di darti una lista "professionale".
Sono altri i veri prog-fan.
Spero che qualcuno si ingegni anche se sono più eterei dei fantasmi di recente.....
Se poi nessuno si fa vivo posso dirti i miei gusti, ma ripeto sono molto soggettivo sul tema prog.

Anonimo ha detto...

Sire, io un po' ti posso aiutare... ma 4 o 5 CD sono troppi... per questo devi chiedere aiuto a Ovi (credo).

Comunque appena ho due secondi io ti copro 1 o 2 CD.

pogo ha detto...

[Quello su ero io]

Sire, non ho tempo di scrivere singolo album e così via...
secondo il mio modesto parere, non possono mancare:
Aqualung
Thick as a brick (part 1), quella da 22.35 [Io ho l'edizione del 25°, con il live al Madison Square Garden: io recupererei anche quello... sta sugli 11 minuti].
Bouré
The Whistler
Bungle in the jungle
To old to rock 'n' roll: too young to die
Songs from the wood
Heavy Horses
Life is a long song
Minstrel in the gallery
Locomotive breath
Cross-eyed Mary

Almeno 1 CD l'ho coperto!
Mi dispiace non poter fare di più... ma sai che il mio prog-rock è Pink Floyd...

Anonimo ha detto...

niente!
ho risolto!
glieli trasformo tutti in mp3 256, così ci stanno su un solo cd

li ho già copiati

mò dovrei numerarli e masterizzarli,
ma non ho voglia...

Anonimo ha detto...

Se tu usassi iTunes! :-)

Anonimo ha detto...

Quando leggo degli Zepp (o degli Who o dei Bitols) mi viene una specie di prurito fastidioso, penso, che altro c'è da dire? Sono lì. Sta paccottaglia di sti giorni mi è abbastanza indifferente, ma se per qualche caso vincessi il biglietto per il 10/12 ci andrei comunque tanto per dire ci sono stato, tanto lo so che la magia sta sempre in quei soliti, strasentiti pezzetti di plastica...
stai bene.

il signor b.

majorTom ha detto...

Mr. B. anch'io ho un senso di prurito alle mani ma tutte le volte ci ricasco.
Nei giorni scorsi mi sono risentito How the West was won e sono rimasto nuovamente sbalordito.
E ho pensato.
Ma tutti quelli che 'sta roba non la conoscono bene?
Quelli che non la sanno a memoria come noi?
E allora ti convinci che 'sto can can di questi giorni male davvero non può fare.

countryfeedback ha detto...

@pogo: Insomma pure sulla musica di cazzate ne spari a volontà!
Who (nonostante tutto) manco paragonabili lontanamente agli Zep; e se proprio devo dire un secondo e un terzo posto (per i 70) allora dico CLASH e BLACK SABBATH.
E i CREEDENCE.

@mT: Credo che nessuno abbia esplorato così a fondo la 6 corde nel rocknroll come Jimmi.
E soprattutto, era perfetto in ogni "stile" che percorreva; un dio della chitarra.
Gli 8 dischi non sono chiaramente allo stesso livello ma condivido quello che hai scritto sull'indubbio valore anche dei minori (PRESENCE, ad esempio, sta davvero 20 anni avanti).

pogo ha detto...

Manco lontanamente paragonabili? Traspa, esci dal letargo di disintossicazione e parlaci tu con Country. Come glielo spiego che la genialità di Pete è superiore ai quattro zep?
E i Clash non c'entrano nulla con i grandi. Anche se io li adoro.

[I CCR sono tra i miei cinque preferiti].

majorTom ha detto...

"E i Clash non c'entrano nulla con i grandi."

Spero sia una battuta.

majorTom ha detto...

Cerchiamo di fare ordine svincolandoci dai nostri gusti/pregiudizi e senza alcuna presunzione.

THE WHO
Sono, con Stones, Beatles e Kinks (guai a chi mi tocca i Kinks di Ray Davies....:-), quelli che hanno fondato il rock moderno. Impossibile non considerare questo "dettaglio" quando se ne parla. Più che geniali direi fondamentali per lo sviluppo del Rock.

LED ZEPPELIN
Non hanno fondato filoni in particolare (anche se hanno contribuito a definire i confini dell'hard rock con i Black Sabbath) ma hanno messo a ferro e fuoco -con la classe purissima dei loro componenti e del loro stile- il mondo del Rock per almeno 10 anni. Nei quali sono stati a tutti gli effetti "the greatest rock band in the world".

THE CLASH
Hanno ridisegnato il Rock dopo lo scossone violentissimo del Punk, di cui sono stati alfieri.
La maggior parte degli odierni album si rifanno a London Calling e Sandinista dove sono state sciorinate tutte le possibili strade che il Rock poteva prendere per ridiventare sè stesso dopo che il Punk lo aveva raso al suolo.

BLACK SABBATH.
Vedi quanto detto sopra.
Anche se, per quanto li ami, non avevano lo stesso tasso di classe dei Led Zeppelin. Ma in quanto a ruolo "seminale" forse gli sono stati addirittura superiori.

Giuro che ho cercato di mettere da parte le mie passioni personali.

Henry ha detto...

d'accordo con l'ultimo major su who, clash e bs. gli zep sono i padri dell'hard rock/heavy metal tanto quanto i sabbath (oddio, forse i nonni...), e non c'è da vergognarsi!
tra l'altro proporrei di tramandare questo post ai posteri (appunto...): ho letto due perle talmente clamorose quali in tanti anni di letture di blog forse mai mi era capitato (a parte le mie, of course).
indovinate quali...

Pogo ha detto...

Henry! Ben ritrovato!
Quando passi di qui (e fammelo sapere, ci tengo!) ne parliamo a quattrocchi... :-D

Maggiore, intendevo dal punto di vista di bravura/tecnica. È chiaro che dal punto di vista storico sono fondamentali, ma qui si poneva sull'accento su chi è più bravo di chi. E non calcare la mano, che sai benissimo che i Clash sono tra i miei preferiti. Soprattutto l'album "London Calling".

P. S. H, secondo me l'altra perla è sui chitarristi.

majorTom ha detto...

E il primo che, in questa parata di stelle, spernacchia Sir Martin Barre (vedi OT) lo vado a prendere io di persona.....

dawoR*** ha detto...

Un Sorriso :) dawoR***

loopdimare ha detto...

onde evitare una lunga diatriba su chi ce l'ha più lungo tra Who e Zep (io penso che ci sia più genialità nei primi e più appeal scenico nei secondi), posto qui un discorso un po' complicato e non chiarissimo, già messu sul bloggone, sopratutto in funzione di quanti vogliono valutare tutto secondo il concetto di "bello" e di "brutto":

"la verità probabilmente sta a mezza strada tra arc e pogo. l'obiettività è più un obbiettivo (scusate il gioco di parole) che il risultato. la critica militante, di solito, si presenta in quanto tale e non pretende di essere oggettiva. l'altra critica si barcamena, tenendo conto del contesto, dell'influenza, dell'importanza eccc. poi entra anche il gusto personale; questo è il punto più debole, però dobbiamo anche considerare che c'è gente che ha buon gusto e gente che non ne ha. in fondo il kitch è studiabile e definibile. Dorfles lo ha fatto: in sostanza tutto quello che pretende di essere e non lo è, è kitch. da questo punto di vista il 99% del rock è kitch (da Elvis a Bowie, dai Queen ai Genesis, dal Boss a Madonna). allora di fronte a quello, la critica si deve porre con un atteggiamento diverso, considerare che l'arte pop è sostanzialmente un kitch così esplicitato da diventare citazione, icona.
in questa ottica, il concetto di bello perde peso a favore del concetto di "efficace"."

majorTom ha detto...

il 99% del rock è kitch

Questa è una perla che illuminerà sempiternamente il paradiso delle cazzate.

Cito da wikipedia:
"Kitsch /kɪtʃ/ is a term of German or Yiddish origin that has been used to categorize art that is considered an inferior copy of an existing style. The term is also used more loosely in referring to any art that is pretentious to the point of being in bad taste, and also commercially produced items that are considered trite or crass."

Il rock sarebbe la copia mal riuscita di cosa? E sarebbe anche conspevole di trasmettere cattivo gusto?
Ma certamente, caro loop, ci dirai che la TUA definizione di kitsch è in vigore e quella di wikipedia è nua stronzata......

Henry ha detto...

tra l'altro, è noto e risaputo che tra who e zep chi ce l'aveva più lungo era jimi...

Henry ha detto...

p.s. certo pogo, se passo da quelle parti (non a breve) ti cerco, come se fosse facile trovarti...

pogo ha detto...

Duane Allman, semmai... Henry.

pogo ha detto...

Beh... ultimamente ho impegni meglio definiti.
Sarò in jdland fino a febbraio (periodo natalizio escluso) sicuramente. Forse un impegno istituzionale mi terrà costantemente impegnato a fare il pendolare tra jdland, home e più giù.
Tu fatti sentire. Poi ci proviamo.
E non fare il taccagno che passi per tre minuti perché bisogna risparmiare pure sul tempo! :-P (mega sorriso con linguaccia).

loopdimare ha detto...

"in sostanza tutto quello che pretende di essere e non lo è, è kitch."
lo avevo scritto anch'io senza leggere wikipedia.
il rock pretende di essere musica, invece è rito, assemblea, cazzeggio, sesso, droga, esibizionismo, comunione, ginnastica.

pogo ha detto...

"Forse un impegno istituzionale mi terrà costantemente impegnato a fare il pendolare tra jdland, home e più giù" dovevo aggiungere nel periodo marzo-maggio...

Maj, mi sa che il tuo blog rischia di tornare ai tempi migliori...

majorTom ha detto...

Eh grazie pogo.....se io sono "complementare" a mediatrek, quando lui se mette a parlà de cazzate (kylie minogue, cherry qualcosa, ecc.) rialzo la testa io......
Anche se io contribuisco democraticamente pure di là.

Anonimo ha detto...

pposto anche qui (visto l'attuale share di tutto rispetto)la replica al traspa che è sul bloggone:

Dorfles ci ha scritto un bel tomo "Il Kitsch" appunto, ma "l'emulazione fallita" per dirla con Labranca, è Trash, non kitsch.
Comunque trsp, al di là del tuo fin troppo scoperto tentativo di colpire gusti altrui assimilandoli al kitsch, devo dirti che sei fuori strada: nè il boss (che detesto) nè Madonna e nemmeno i Queen (per non parlare dei Genesis "storici") sono kitsch o trash o camp... infatti sono ciò che vogliono essere, a vari livelli se vogliamo, ma senza scopiazzature o patetiche simulazioni. I Queen, per dire, hanno sempre praticato un glam-rock di buona fattura con calzamaglie o pose Spartacus di Mercury ma restando genuinamente se stessi considerando che iniziarono nella stessa epoca in cui hard-rock e glam-rock si andavano affermando, non molto dopo. Per Madonna o per Springsteen può valere lo stesso discorso nell'ambito delle rispettive proposte. Sui Genesis proprio non si capisce cosa avrebbero emulato o simulato visto che la loro musica poteva essere evocativa e i testi "letterari" o esoterici ma nessuno prima di loro aveva praticato quelle strade.
Sono gli epigoni "falliti" a essere trash, e infatti lo sono i Marillon, lo è Zucchero Fornaciari o Ligabue, lo è purtroppo buona parte del prog italiano PFM compresa, insomma tutte le "derivazioni" che volendo ma non sapendo cavalcare l'onda sono andate a infrangersi nel ridicolo.

arc

loopdimare ha detto...

Springsteen è trash perchè vuole essere il blue collar, il Dylan che fa l'Elvis, perchè vuole essere Woody Gutrie con la mossa ed il conto in banca (tra l'altro a me bruce piace molto...).
Madonna è kitch perchè vuole essere una trasgressiva rassicurante.
Bowie è kitch perchè vorrebbe fare il Lindsay Kemp del pop, ma per compiacere il pubblico ci ha messo una superficie gi glassa sul tutto.
i Genesis, quando Gabriel usciva in scena peggio della Wando osisir e dei Legnanesi messi insieme era il kitch colto e laureato.
i Queen erano kitch perchè andavano a ravanare nel subconscio inglese in bilico tra travestitismo, machismo e gayismo, fingendo di fare rock ed invece facevano avanspettacolo...

loopdimare ha detto...

Dylan non è kitch, perchè nel tentativo di diventare il William Blake del rock, è diventato Bob Dylan.
il blues nero non è kitch per non vuole essere che quello che è.
il blues bianco è kitch perchè impersona fatti, sentimenti e storie totalmente avulse da chi ce le racconta. è pura accademia ad alto livello.
una buona parte del jazz non è kitch, salvo quando scimmiotta la musica colta (third stream, free jazz, Dave Brubeck, Winton Marsalis ecc).
Pavarotti & friends è così kitch che rischia di diventare cult.
buona parte del country, nonstante le apparenze, non è kitch perchè il prodotto musicale è coerente con gli assunti ed il contesto.

Anonimo ha detto...

Traspa le tue spiegazioni non spiegano nulla.
Cosa c'entra col kitsch (ci vuole la "s", se permetti)il fatto che i Queen avessero determinate intenzioni (o meglio: che TU gli attribuisci)? lo stesso vale per Bowie, voleva essere Lindsay Kemp?
Chi te l'ha detto, lui? Comunque è diventato un personaggio uguale solo a se stesso. Ne più ne meno di un Dylan che voleva fare Blake ed è diventato Dylan. Madonna boh, non mi è mai sembrata che una cantante pop modaiola con qualche buona intuizione, Genesis... facevano anche teatro: e allora? Cosa c'entra Wanda Osiris?
Tutte queste persone hanno rappresentato un proprio momento storico, influenzato da situazioni culturali e sociali disparate a cui hanno dato voce in modo critico o meno, non esistono come tu pretendi diritti ereditari nella musica, tutto è un divenire che parte da qualcosa di preesistente sul quale si innescano idee nuove per ogni nuova stagione... altrimenti Presley non avrebbe dovuto evolvere il Rock'n'Roll eccetera.
Il jazz che cerca una sintesi con la musica "colta" è un esperimento come un altro, nè si può negare ai bianchi la possibilità di suonare jazz e di evolverlo secondo la propria sensibilità.
Ridicoli o kitsch sono piuttosto quelli che indugiano nella riproposizione anacronistica di modi o stili superati dai tempi e che non potranno che sembrare pallide copie di chi li ha preceduti se non ci metteranno del proprio inventandosi qualche ragione per esistere. Altrimenti meglio i ricordi, (traspa docet).

arc

majorTom ha detto...

Gary Glitter era kitsch.
Ma anche i Cugini di Campagna lo sono sempre stati volontariamente.
La colonna sonora e il film intero "Grease" è kitsch.
Renato Zero ha avuto vari periodi kitsch (Zerolandia, EroZero) ma non sempre lo è stato prima(Zerofobia).
Gli Asia erano kitsch, ma non i loro riferimenti.

Temo però che il 99,9999999% del resto non sia definibile come pensa il traps.

loopdimare ha detto...

MI RISERVO DI PARLARNE CON CALMA SUL BLOGGONE.

majorTom ha detto...

Grazie eh.
Qua ti fa schifo?

loopdimare ha detto...

avendo pensato ad un articolo, e visto che l'osservazione iniziale era partita da là...

majorTom ha detto...

ok quando è giusto è giusto

Montag ha detto...

Non lo so, c'è reunion e reunion, alcune sono operazioni bieche, altre un pò meno: questa degli Zeppelin mi sembra un pò meno, tutto sommato. E condivido MT quando dice che in fondo serve ad avvicinarli a chi ancora non li conosce, le "nuove generazioni" che magari pensano che Pete Doherty o i Coldplay siano il meglio che si possa sentire.
Un saluto

countryfeedback ha detto...

@pogo: "Come glielo spiego che la genialità di Pete è superiore ai quattro zep?"
Semplice, non me lo spieghi perchè non avresti argomentazioni per poterlo fare.
E cmq mT è con me, quindi sei da solo (come sempre) in questa battaglia :-)

pogo ha detto...

No Country. Non ho voglia. Sul cinema litigo. Sulla musica no.
E con me c'è il Traspa. Ovi col pensiero.
Mt ed io con la musica non siamo mai stati in sintonia tranne su quei buffoni dei Nirvana.
Di solito io concordo con il Sire o con Traspa (tranne nel caso di Brit invasion).

majorTom ha detto...

Pogo ma un'idea tua?
Concordo con questo concordo con quello...:-)
Per i Nirvana però non sono d'accordo col termine "buffoni". Non esageriamo.
Hanno fatto due album eccellenti.
Io ho sempre usato "sopravvalutati".
Per il ruolo, l'importanza, il senso musicale.

denise ha detto...

io amo i Nirvana, ma mi chiedo...se non fosse morto il biondino...dove sarebbero oggi??

loopdimare ha detto...

agli Zepp manca il fosforo di Pete Townsend.

sul bloggone ho rotto il digiuno e oso addirittura parlare dei fattacci di ieri...

PF1 ha detto...

commerciale o meno stiamo parlando dei led zeppelin, mica di marco masini :-)
Ben venga tutto sto putiferio che magari distoglie l'attenzione dalla boy band di turno o dal rappers con la magnum che si veste come un pappa e saccheggia vecchie canzoni per farci un ritornello nuovo...

majorTom ha detto...

Hai riaperto i rubinetti traps?
Grande!

fedewaits ha detto...

cos'é quel riquadro?? mah!

fedewaits ha detto...

complimenti maggiore per l'audience...credo sia la prima volta dall'ultimo trasloco e mi fa molto piacere

sulla diatriba who/zep c'é sicuramente molto di personale.

io direi le stesse cose, mettendo sopra a tutti e due gli stones:
beggars'banquet - sticky fingers - exile - goat's head soup e it's only rockandroll, dal 1968 al 1974 3 capolavori (i primi tre) e due dischi di ottimo r n r: magnifici in studio e sul palco "the best r n r band in the world"

majorTom ha detto...

Gli Stones sono sopra a tutti, caro Fede.
Per me sono secondi solo a Daviddino.
Grazie per i complimenti.
La cosa che più mi fa piacere, al di là di tanti graditi "ritorni", è la qualità della discussione.
Che si era un pò persa nelle ultime fasi di vita del rocksaloon2, anche per colpa mia.

pogo ha detto...

Già. Era FW d'accordo sul discorso buffoni.
Sì, idee mie ne ho. Come quella che gli Who sono stra-superiori ai LZ. Però se Traspa dice mitigata la stessa cosa non è colpa mia... :-)

P. S. secondo me era da tempo che non tiravi fuori un argomento di quelli vecchio stile. Resta il fatto che blogspot è più scomodo di splinder (ed è un limitante non da poco).

majorTom ha detto...

Sì, blogspot è un pò più scomodo ma non si blocca mai e mi consente di uscire un pò dal solito giro.
Ho anche conosciuto gente non slinderiana ad esempio (oddio detta così sembrano extraterrestri.....).
E ci sono ulteriori tendenze (molti adesso ad esempio vanno su Wordpress) che confermano che la piattaforma unica è in declino.
Chiaramente la consapevolezza che ciò limita il "counter" c'è sempre stata.
Ma non è il counter che mi interessa, sono le discussioni.