mercoledì 8 luglio 2009

MORPHINE Contro ogni dolore, sempre.

Uffa che palle. E' vero che Valerio lo prendo spesso un pò per i fondelli per quella sua innata capacità di impallinarsi con cose che il tempo poi generalmente tenderà a ridimensionare.
Però ci son delle volte in cui ti apre delle prospettive nuove e inattese, dandoti la possibilità di espandere i tuoi confini.
Ergo bisogna sempre andare a scandagliare quello che ti propone.
A volte torni a casa un pò deluso, altre esaltato (quasi) come lui.
MORPHINE per esempio, del fu Mark Sandman.
Dopo averne letto in ogni dove mi sono armato di youtube e sono andato a cercare delle cose.
Per adesso non ho trovato niente di brutto.
Anzi in quei 4 o 5 pezzi ho trovato almeno un paio di perle.
Una è questa.
Non so innanzitutto come definire questo "non genere".
Indie-Rock è troppo inutile e fuorviante ed oggi non significa più niente.
Diciamo che il gruppo è un trio basso-sax e batteria. E già questo mette in ansia. Per la definizione.
Fanno un rock un pò gloomy, tristanzuolo e strisciante ma emozionalmente potente.
Con delle bellissime striature jazz apportate dal grande sax di Dana Sculley Colley (o ho sbagliato nome io o si chiama come il personaggio di X-Files) (anche se è un uomo barbuto e non una federale in tacchi a spillo).
Poi Mark Sandman aveva una gran voce. E anche questa è una certezza.
Poi le canzoni che non conosco ancora bene ma hanno sicuramente originalità e fascino.
Vi inoltro quindi questa "Buena", invitandovi a visitare il sito di Valerio per approfondire.
Halleluja!
 








7 commenti:

Anonimo ha detto...

spettacolare, alla fine sta tutto in quella formazione assurda basso-sax-batteria.

Mr Montag

majorTom alias Diamonddog ha detto...

Si chiama Dana Colley, non Sculley accidenti.
E in questo video non ha la barba.

porillo ha detto...

Li ho conosciuti un paio d'anni fa, raccogliendo una delle tante segnalazione di Valerio.
E' stato amore a prima vista, e' l'ho ribadito giorni or sono su Mediatrek.
Sara' l'idea di questa formazione inusuale per il rock, saranno le derivazioni jazz, ma a me prendono di brutto.


porillo

Valerio ha detto...

Chettedevo di, Diamante, Grazie.
E soprattutto grazie a loro.
Io iperbolo con i Morphine, perche' sono da sempre un mio pallino che mette insieme roots, blues, jazz, canzone dal suono cupo e rock lo-fi.
Lo slide due corde con il sax e la batteria sono unici.
Il genere, se vuoi una definizione e' low rock o almeno questa gli hanno affibbiato.
il best of e' un disco che tutti gli amanti della musica dovrebbero avere.

Volevo aggiungere un lato meno noto interessante, dopo la sua morte, e' stato istituito un fondo, memorial a memoria di Sandman

Si chiama Mark Sandman Music Education Fund, un'associazione non profit che da ai bambini della zona di boston, da dove i Morphine vengono, l'opportunita' di imparare a suonare.
http://www.hindry.com/home/index.php

Valerio ha detto...

ah no volevo rispondere a Mr Montag, che non sta solo nella formazione ma nei brani che sapeva scrivere MS.

Da quando e' morto gli altri morphine hanno formato almeno altri 2 progetti con simile line up (twinemen e akacod) e seppur il suono sia quello, mancano le canzoni.

zero in-coscienza ha detto...

Ogni volta che passo da qui mi si impalla emule..ma il mio Ipod ringrazia, ora ha la memoria piena..
farfascaricatrice

Strato2006 ha detto...

Osteria! Da approfondire sì...