venerdì 3 dicembre 2010

WRITTEN IN REVERSE

Ci sto girando attorno da qualche mese, pensando se farmeli diventare i più graditi tra i gruppi "nuovi", diciamo quelli che non rientrano tra i classici e hanno davanti qualche anno di creatività e di evoluzione.
Da Austin, Texas, viene questa band atipica.
Non so come classificarla, sicuramente suona del rock ma non è mainstream e non è indie.
E' una miscela molto personale carica di energia e non scevra di estro armonico.
SPOON sono la miglior cosa che gli Stati Uniti abbiano partorito da anni, escludendo dal computo la fertilissima Brooklyn area (e vabbè magari anche i National, ci ho ripensato).
A voi quella che mi piace di più, anche se non ne sto trovando una debole neanche a cercare con il lanternino.
Scritto all'incontrario in effetti farebbe Noops. Ma tant'è.


Spoon "Written In Reverse" Live on SIRIUS XMU

10 commenti:

Harmonica ha detto...

Che ti devo dire.
Se ti dico che mi piacciono rischio di passare per uno che incensa ogni tuo post.
Ma siccome me ne sbatto allegamente, ti drò che si, mi piacciono e anche tanto.
;o)

Resto In Ascolto ha detto...

ah che belli, diamond. in effetti una miscela è la parola giusta: il pregio è che non si fa in tempo a dire "assomiglia a... " che sterzano all'improvviso. vado subito a recuperarli.
un saluto
gianni
ps il cantante sembra nels cline dei wilco.

unwise ha detto...

divertenti...ma più che piacermi, mi han fatto venir voglia di riascoltarmi i mr Bungle! :)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

dopo qualche mese di ascolto, il loro ultimo album è tra le cose migliori di quest'anno.
li adoro sempre di più
written in reverse splendida, ma la mia preferita è out go the lights

DiamondDog ha detto...

@harmonica
come tu sai non cerco consensi ma persone. se poi uno è d'accordo con quello che propongo bene, altrimenti bene lo stesso. Basta avere "stile" nel dissentire.
@gianni
non ci credo che non li conoscevo cioè ci credo perchè sto scoprendo che li conoscono ancora in pochi..:-)
@unwise
Me li ero scordati, i Mr. Bungle....mi hai fatto venire voglia di andare a riascoltarli.
Si chiama "cross fertilization"!
@marco
è veramente un gran lavoro che oltretutto, cresce di ascolto in ascolto.

allelimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
DiamondDog ha detto...

Mi sembra un ottima, e innovativa, tattica quella di capire il valore di una band dal tipo di strumentazione che usa.
Grazie, oh Allelimo, del tuo illuminato parere.

allelimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

concordo, mi piacciono assai, semplici e diretti e, aggiungo, registrati daddio: adoro il suono della batteria, per dire.

fedewaits

Anonimo ha detto...

Se cantassero meno sarebbero un gran gruppo. Poi di strumentazioni me ne intendo poco ( a parte il bombardino :-)).
popsylon