lunedì 29 agosto 2011

Depeche Mode - See You



La cosa che più mi ha impressionato, rivedendo il video di questo piccolo capolavoro del pop moderno (contiene in sè tutto lo spleen agrodolce dei Depeche Mode) è quanto fosse giovane David Gahan.
Praticamente poco più di un bambino. E Martin (Gore) non era certo più grande di lui.
Ecco, questo spunto per dirvi cosa.
Che aldilà della grandezza di una band che non smetterò mai di celebrare, i primi dischi dei Mode li fecero dei ragazzini!!! Nerd, perdipiù. E' probabile che un "A broken frame" appaia acerbo al cospetto del monumentale "Songs of faith and devotion". Ma conteneva già tutti in fieri tutti gli elementi che avrebbero reso celebre la band.
E quindi, quando oggi guardo guardiamo con sospetto le band di ragazzini che sembrano scopiazzare i dischi del passato, oggi che ascoltiamo millemila "next big thing" che ormai il tumultuoso mondo degli mp3 ci propina a raffica, dovremmo sempre ricordarci che i nostri idoli già da giovanissimi ma rivisti a posteriori avevano già in sè i segni della futura grandezza.
Quindi diamoli un pò di fiducia anche oggi, ai giovanissimi che non sappiamo decifrare. Giovanissimi a cui consiglio solo di cercare vie originali come al tempo seppero fare i Depeche Mode.
Poi comunque il tempo tirerà le somme: anche se in cuor mio sono piuttosto certo che certi livelli creativi non si ripeteranno mai più, magari tra dieci anni scopriremo che uno di questi gruppetti è diventato qualcosa di importante per davvero.



16 commenti:

Totonno58 ha detto...

Che t'aggia dicere...al di là della presunta grandezza di una band che non smetterò mai di detestare (scherzo, non ho mai detestato nessun cantante, gruppo...diciamo che mi faccio due balle appena attaccano...), sono molto arrabbiato con te perchè hai snobbato la mia imprescindibile riflessione su Vasco Rossi e non mi hai filato per niente sulla mia segnalazione del nuovo singolo di Florence&The machine...che bell'amico!!:):):)

DiamondDog ha detto...

eh vabbè, la tua riflessione su vasco era in palese contrasto con la mia visione del liga....cosa potevo aggiungere se non un clemente silenzio?
:-)

sulla mitica Florence invece non ho visto nulla.....so che ha fatto un singolo nuovo ma non avevo letto un tuo segnale....che suppongo essere stato lanciato da Assante però su Mediatrek vengo sempre meno, mi annoia a mort!!

Overthewall91 ha detto...

Adoro i Depeche Mode,ai miei occhi non hanno mai sbagliato un colpo, anche se l'ultimo album è un mezzo passo falso.

DiamondDog ha detto...

@totonno
Caro amico comunque i Depeche erano solo un pretesto per parlare del come spesso, al cospetto di gruppi di giovanissimi, non riusciamo a intravederne le potenzialità anche perchè forse siamo un pò prevenuti.
Noi un pò più maturi che non siamo trascinati dall'hype del momento come tutti quelli che leggono NME o fanno i fotografi (ehehehehe) abbiamo difficoltà a navigare tra le miriadi di nuove proposte all'interno delle quali sono sicuro si nascondono gemme.
A meno che non siano dotate di gambe come quelle della signorina Welch....che è brava per definizione!!!!


@otw
sai che spesso mi capita di trovare donne che impazziscono per i DM? Ne conosco almeno un paio fanatiche totali. Non so se è un caso o la loro musica invece riesca a toccare persone con sensibilità sicuramente superiore alla media di noi uomini....

DiamondDog ha detto...

@otw 2
Io purtroppo mi sono fermato a Exciter, nel senso che Playing the Angel mi piacicchia a metà (ma col tempo perde smalto) e invece Sound of the Universe lo trovo stanco e ricicciato. Ho paura che siamo ormai al capolinea. Comunque hanno già dato tanto alla musica.

Totonno58 ha detto...

Ueh, allora se manchi dalle parti di Assante, oltre a non aver ascoltato l'ultima di Florence (che gira comunque su tutti i blog che frequentiamo), non ti sarai neanche accorto del plagio perpetrato da Noel Gallagher nei confronti, tra gli altri...di?indovina indovinello...ascolta un po'...
http://www.youtube.com/watch?v=kFx_IniNjfE

Euterpe ha detto...

Curioso il mio rapporto con i DM,all'inizio non mi piacevano per una questione ideologica,io ero un metal-rocker integralista.Poi negli anni li ho riabilitati recuperando i brani che avevo rigettato, anche se di nascosto everything counts mi è sempre piaciuta.
@ totonno
liam gallagher aveva già plagiato nel 2002 un altro famoso brano di musica italiana : una canzone dei Litfiba.Ascolta little by little e dimmi cosa ti richiama.

DiamondDog ha detto...

@totonno
non riesco a sentire niente dall'ufficio, provo stasera, comunque oasis non sono nuovi ad accuse di questo tipo...

@euterpe
io invece avevo approcciato i DM ai tempi della new wave di cui ero fervente seguace, ma li ho mantenuti "caldi" anche durante il periodo metallaro. Durante il quale non sono mai stato integralista convinto....

Mr Montag ha detto...

Senza entrare nel merito dei Depeche Mode che quando hanno fatto cose "stanche", hanno sempre mantenuto un livello superiore di classe e qualità, condivido il ragionamento sulle next big thing e sul nostro approccio a loro.
Per parte mia mi appresto, sabato, a godermi l'Indipendent Day con lo spirito giusto :)

allelimo ha detto...

Io mi ricordo dei Depeche Mode nei primi anni '80 come di una boy-band ante-litteram che faceva disco-music per ragazzini.
Mi devo essere perso il momento in cui sono stati promossi a gruppo di qualità...
:)

DiamondDog ha detto...

A parte il fatto che i DM facevano all'inizio "synth-pop" e non disco-music.....se ti sei perso il momento del salto di qualità comunque sei sempre in tempo per recuperare!

PS Più che di salto di qualità parlerei di maturazione giunta al culmine in "Violator" e "Songs of faith and devotion". Anche se il mio album del cuore resta "Music for the masses".

gattasorniona ha detto...

I Depeche Mode mi piacciono molto, li ascolto sempre volentieri, ma io sono una vecchia. Sui gruppi di giovani hai ragione. In effetti attualmente non ce n'è nessuno che mi piaccia o mi colpisca. Solo perché non sono in grado o non ho voglia di "decifrarli". Forse deve essere proprio così; la musica che mi appartiene (se si può dire così) è quella del passato che ho assimilato e che riascolto a cicli (ora sono nella fase heavy metal), secondo dinamiche tanto personali quanto sconosciute. boh. Roba da psichiatri, mi sa.

DiamondDog ha detto...

"ora sono nella fase heavy metal" è stupendo, son quelle cose che mi danno la forza di mandare avanti il blog (e non sto scherzando)

Harmonica ha detto...

Io mi sono fermato quando hanno imbracciato le chitarre, non li riconoscevo più.
Pop allo stato dell'arte.

SigurRos82 ha detto...

@gattosorniona:

Io credo che, prima ancora di chiamare in causa la volontà o la capacità di 'decifrare' gruppi o artisti 'nuovi', sia necessario scoprirli, imbattercisi (per puro caso, per consiglio altrui, per una ricerca personale, etc.). Trovo che non sia così scontato, l'importante è non smettere di cercare, non accontentarsi e mantenere sempre le proprie antenne radar in stato recettivo :)

robevaldo ha detto...

Ciao Maggiore!
Anch'io credo che i loro migliori lavori siano Songs of faith and devotion e Violator, ma pure Sound of the universe mi era garbato parecchio. Suoni sempre curatissimi e un pugno di pezzi super, che emergono in un disco nel complesso buono. Mi vengono in mente Wrong, Jezebel cantata splendidamente da Gore e quella chitarra che entra sulla prima traccia come cartavetro. Dal vivo li avete mai visti?