giovedì 6 gennaio 2011

Janelle Monáe da Letterman



1) non sono esattamente un fan della black music, almeno non di quella uscita dopo gli anni '70 (con l'unica esclusione di Prince).
2) amy winehouse pur essendo bianca aveva dato una scossa notevole ai tempi di rehab ma poi è andata per la tangente
3) credevo colpevolmente che janelle fosse una nuova beyoncè o rihanna e non l'avevo mai filata manco di striscio
4) adesso che l'onda lunga è arrivata anche presso un notorio conservatore tradizionalista & rockettaro quale io sono non ho potuto fare a meno di sentirla e.......

....dire che è pura dinamite mi pare riduttivo.

(PS Kendricks e Ruffin avete ancora qualche speranza di essere presi a modello da qualche giovane che invece di rappare e sculettare canta e saltella come facevate voi)

21 commenti:

DiamondDog ha detto...

(tra l'altro band strepitosa da fare invidia ai Revolution)

totonno58 ha detto...

Azz'!!:)

Harmonica ha detto...

uno dei migliori album dell'anno, ascoltato con colpevole ritardo. ci sto preparando un post, lo merita.
la definizione di r'n'b sta molto stretta alla signorina.

SigurRos82 ha detto...

No beh, la Janelle è di un'altra categoria, altro che Rihanna tutta panna ;)

Alla lunga però il mio giudizio su di lei si è un po' intiepidito (colpa di joyello :P). The Archandroid è "troppo", in tutti i sensi. Se al prossimo giro si dà una ridimensionata è meglio :)

@ Diamond: la musica nera ha offerto cose spaziali anche dopo gli anni '70, e non solo con Prince ;P

DiamondDog ha detto...

Sigur diciamo che non sono un esperto eh che sono più sincero, Comunque per black music io intendevo quella lì mainstream, la sola che mi "arrivi" e che abbia avuto modo di ascoltare, sono un motown addict per dire.
Per tutte le chicche che posti te e che magari vengono dall'africa non so che dire, semplicemente non le conosco ma non dubito (visto cosa si faceva a lagos e a gios negli anni 70....) che ci sia della roba veramente buona.
L'unica cosa che non reggo è il rap, o meglio la sua deriva gansta-style. Quando sento parlare bene delle cose tipo sfida east coast-west coast, ammazzamenti, bande eccetera sarei pronto alla sommossa popolare.

DiamondDog ha detto...

Per totonno e harmonica, purtroppo non ho sentito tutto l'album, la janelle mi è arrivata come un treno merci in faccia per due o tre pezzi.
Attendo un post più esaustivo del mio che aveva solo il compito di dire appunto "Azz..!!!" Poi vado a cercare quello di joyello che mi era sfuggito.

DiamondDog ha detto...

C'è qualcuno che ha idea del perchè mi sono saltati un bel pò di link????
E' successo anche ad altri di voi?

gattasorniona ha detto...

Perdonami, vado fuori tema. Cosa ne pensi della col. sonora di Tron? Il film l'ho trovato ignobile, ma da quando l'ho visto ascolto solo Daft Punk...

DiamondDog ha detto...

Ciao Gatta! Beh diciamo che, anche in questo caso, non sono un patito della dance elettronica.
Però trovo che i Daft Punk potessero essere gli unici a fare quella colonna sonora. Grande gruppo. Adoro i gruppi che riescono a dare "spessore" a generi musicali solitamente considerati leggeri o poco profondi. Se ti piace quel genere con una spruzzatina di new wave vintage ti consiglio anche i CRYSTAL CASTLES, magari il pezzo che hanno fatto con Robert Smith alla voce.....non mi ricordo il titolo ma una spippolatrice esperta come te non avrà difficoltà a trovarlo sul tubo..

SigurRos82 ha detto...

@ Diamond: beh, la Janelle non è Erykah Badu, ma non è nemmeno 'mainstream', o perlomeno non lo è nell'accezione negativa ;) Ha sicuramente un'attitudine più 'pop' ed è accessibile anche ai non addetti, ma ciò non è necessariamente un male. Vedi lo Stevie Wonder dei '70, di cui è davvero difficile trovare un brutto disco, o una come Aretha :)

Per black music non intendevo solo le chicche africane comunque, ma le nuove forme che funk/soul/r&b hanno assunto. Basta scavare un po' (ma in certi casi nemmeno poi molto), tra l'hip-hop nascente negli '80 e i nuovi linguaggi del soul nei '90 e poi '00, tra revivalismi ma anche tanta nuova linfa :)

Discorso rap/hip-hop: fortunatamente non esistono solo le derive gangsta, ché quelle fanno ridere pure me. Io non sono un'amante dell'hip-hop in senso stretto, quello sto ancora cercando di conoscerlo piano piano. ADORO invece le sue forme più ibridate, specie col jazz. I dischi di Guru, A Tribe Called Quest, Jungle Brothers, certe cose di Madlib, J-Live, sono roba fantastica. Se poi penso ai freakettoni De La Soul degli inizi, agli Arrested Development (Sly & The Family Stone dei '90 praticamente), alle contaminazione col rock di RUN DMC, Public Enemy, Beastie Boys...ma anche ora, al di là di figure più mainstream come Kanye West/Jay-Z/etc, ci sono i vari Mos Def (accessibilissimo a un pubblico rock, IMO), Talib Kweli, Shafiq Husayn del collettivo Sa-Ra, il buon Madlib, Phaorahe Monch, Nottz, e chissà quanti ne dimentico...:)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

bravo per esserti ravveduto sulla mitica janelle ;)

DiamondDog ha detto...

Oh sigur, a parte i big che hai citato (dei quali ho buona considerazione pur non essendo in my shoes, in particolare per i De La Soul) mi travolgi con uno tsunami intrigante e impegnativo. Vedrò piano piano di rintracciare cose, la fiducia non manca.

Marco, te (e altri due o tre come te) state dandomi luce sulle "new pop things", cose alle quali non mi sarei avvicinato spontaneamente. Thanx.

DiamondDog ha detto...

Nel frattempo mi son letto un pò di recensioni dell'album. I giudizi sono molto divisi si va da "capolavoro" a "presuntuosa". Mah.
Non mi pronuncio su un disco che non conosco, però ribadisco: l'artista è di assoluto rilievo. Una bomba.

SigurRos82 ha detto...

@ Diamond: sono anch'io in piena fase di scoperta, il mio era proprio uno tsunami di nomi quasi alla rinfusa ;) Però sai una cosa? Trovo stimolantissimo andare a sondare territori che qualche anno fa non avrei mai pensato nemmeno di avvicinare :)

Riguardo a Janelle...è vero, nelle recensioni non ci sono state molte vie di mezzo. Motivo in più per pensare che la verità stia nel mezzo, e cioè che la signorina abbia certamente del talento, ma da incanalare un po' meglio ;)

atom-ery ha detto...

1) C'è qualcosa di "fuori fuoco" nel disco della Monae. Magari è proprio nel cercare di mettere tutto a fuoco e scoprire che non era necessario.
2) SR82, se non conosci aggiungi alla lista i cLOUDDEAD (sono bianchi ma ne vale la pena).

SigurRos82 ha detto...

@ atom-ery: ho "Ten" dei cLOUDDEAD, mi dicono tutti che è un super lavorone! Ora che me lo segnali anche tu gli darò la precedenza in scaletta ;)

SigurRos82 ha detto...

@ atom-ery: cLOUDDEAD una roba sfuggente e clamorosamente fantastica. Avevi ragione, grazie :)

Maurizio Pratelli ha detto...

divertente, brava. ma non mi acchiappa.

Pecoramannara ha detto...

ammetto che non la conosco... però già mi piace perchè almeno è vestita!
gran band, si!!!

gattasorniona ha detto...

GRazie per il consiglio: CRYSTAL CASTLES non li ho mai sentiti. Tuttavia sono già nella fase di rifiuto dei Daft Punk. E' durata poco, ma è stata bella!!

DiamondDog ha detto...

@maurizio
ma neanche ti parte il piedino? poco poco?
@pecoramannara
va che bel nick! benvenuta.
@gatta
Ti ho già consigliato anche i CARIBOU? senti sul tubo Odessa (più orecchiabile) e/o Sun (più psycho-techno).