mercoledì 7 maggio 2008

Perfect Day

Certo che l'album da cui è tratta questa canzone è probabilmente uno dei più belli e intensi che mi sia mai capitato di ascoltare.
TRANSFORMER di Lou Reed contiene, oltre alla celeberrima Perfect Day, altre mirabili perle come Walk on the wild side e Satellite of love e Vicious e Hangin' round.
Insomma non si sa da che parte girarsi o meglio anche andando di shuffle si casca sempre bene.
Questa versione di Perfect Day è un curioso collage di interpretazioni di quelli che possono definirsi "various artists", realizzata per non so quale iniziativa benefica nel 1998.
Tra di loro non poteva mancare l'uomo che (assieme al fido Mick Ronson) produsse quel disco e gli dette un'impronta così nitida, ancor oggi scolpita come i faccioni del monte rushmore, rendendo possibile e memorabile quell'album vertiginoso.
Ovviamente la "materia prima" su cui David Bowie lavorò era di eccezionale qualità.
Come allenare il Milan o il Real Madrid o il Manchester United, più o meno.
Talvolta mi chiedo come mai Daviddino sia così bravo in tutto quello che fa (cito anche l'operazione analoga compiuta con Lust for Life di Iggy Pop, altro capolavoro).
Ma poi, senza rispondermi, torno semplicemente a far ripartire lo shuffle.
Tanto, casca sempre bene.
Halleluja e goodnight a tutti.

19 commenti:

Henry ha detto...

a parte me e te, direi che ci sono proprio tutti...
a fini didattici, potresti fare un elenco: forse non tutti conoscono queste vecchie glorie!

Anonimo ha detto...

é fantastico il cantante dei pogues, ora mi sfugge il nomen cazzo, mentre mi irrita bono che fa il primo della classe

su tranformer esiste un dvd sul making con i session men che ascoltano le tracce e raccontano, niente male

fedewaits di corsa

Sandro ha detto...

Concordo con FW, l'interpretazione di Shane Macgowan è davvero bella.
Purtroppo non riesco dall'ufficio a visualizzare il video ma ricordo abbastanza bene.
Ma ci sono anche i Duran Duran?
Fecero anche loro una bella cover.

liveon35mm.com ha detto...

Mi ricordo pure io questo video...non mi ricordo l'occasione.

Sulla canzone niente da dire, e' una di quelle cosi' classiche che ho cercato gli accordi per suonarla.
Si lo so che uno normale li trova in 5 minuti senza aiuto, ma il mio orecchio non e' normale.

Sull'aneddoto se qualcuno fu a qualche data del tour di Achtung Baby degli U2 nel 1993, un tour che nel bene e nel male cambio il significato e il formato del concerto rock trasformandolo in esperienza multimediale, a meta' concerto Bono cantava la canzone duettando con un Lou Reed virtuale che appariva in un megaschermo.
Non era per niente male, ma in quel tour gli U2 avevano ancora da dire.

Se poi qualcuno era alla data di Napoli al San Paolo, a support degli U2 c'erano I riuniti Velvet Underground, ho sempre sentito dire che in quell'occasione Lou Reed la canto' con Bono di persona, qualcuno che c'era che conferma?

Buonagiornata
Vale

Fede spera che LUI non se ne accorga, senno' per aver dimenticato il nome di Shane McGowan, mi sembra la punizione del suo codice e' di 2 anni di insulti ad ogni messaggio pure se ti metti a parlare del Dub thailandese e la costrizione a sentire la canzone di natale del tipo con la tipa a mezzantotte per I prossimi 25 natali.

denise ha detto...

ehi!..ma anche questa c'era in TRAINSPOTTING!

caghetta ha detto...

Come no!
Una nenietta da chiesa cristiana o da tempio giudeo…una dichiarazione d’amore omosessuale…
che non è manco tra i 500 songs di Rolling Stone, né tra i 500 songs conservati della Hall Of Fame (quelli che hanno “costruito” il rockenrolel),
mentre lo è, c/o entrambi, “Walk on the Wild Side”: quello sì un capolavoro… il vero capolavoro di “Transormer”…

Certo che a “chi conosce”, vedere fare un finto topic su un album (“Transformer”) di Lou Reed, da lui registrato con la collaborazione di Mick Ronson (il Bove era lì “solo per colore”… ma in realtà non fece NULLA…), solo per avere la scusa di parlare di Bowie… fa venire, come minimo, la “caghetta”…

caghetta 2 ha detto...

no, sbagliavo!
il Bove c'era: faceva le pippe a Lou Reed... o se le faceva fare da...

DENISE ha detto...

...tutto quello che vuoi tu...però c'era in TRAINSPOTTING!

caghetta ha detto...

io stavo parlando con il blogmaster!!!
che sono queste interferenze fastidiose?

denise ha detto...

uff!

liveon35mm.com ha detto...

ehi ragazzi, dategli un po' di spago perche' si sta inacidendo e non e' piu' nemmeno spiritoso...

io devo andare da nicola grotta e i semi cattivi, palesemente ci sono priorita' nella vita.

ciao
Vale

denise ha detto...

..tranquillo Vale..
non ce l'ha con tutti, ce l'ha solo con me!

fedewaits ha detto...

ci ero al concerto al san paolo, nessun duetto! macché!
i velvet suonarono con la luce del sole, sbattuti su un lato dell'immenso palco con la maggior parte del pubblico che non si alzó manco a sentirli!

countryfeedback.splinder.com ha detto...

Disco grandioso, ma del lurido preferisco senza dubbio il capolavoro NEW YORK.

majorTom ha detto...

Allora, io ci riconosco nell'ordine: lou reed, bono, skye dei morcheeba, daviddino bowie look earthling, suzanne vega, elton john, shane mcgowan, dr.john, emmylou harris, brett anderson, laurie anderson, tom jones e poi boh......comunque di nuovo complimenti al chiavica.
Neanche una canzone "universale" come questa riesce a digerire.

Denny: yes anche questa è una trave portante di Trainspostting. Se ti dico che è una colonna sonora della più incredibboli di sempre ci sarà un motivo....

others: è bello sapere che ci siete.

bellachiavica ha detto...

universale?
l'avevo già "segata" nel blog quando dovetti masterizzarla in quanto l'iride l'aveva indicata come sua canzone del cuore, prima puntata...

questa non è una canzone universale, ma una canzone che parla di culattoni!

"Proprio una giornata perfetta:
sorseggiare sangria nel parco,
e poi, piu tardi, quando fa buio tornarsene a casa...
Davvero una giornata perfetta:
dar da mangiare alle bestie dello zoo,
poi un film, e infine a casa…

Oh, é un giorno così perfetto,
sono felice di averlo trascorso con te.
Oh, che giornata perfetta:
continui a tenermi attaccato a te,
continui a tenermi attaccato a te…

Davvero una giornata perfetta:
tutti i problemi lasciati da parte,
turisti da weekend, è così divertente…
Davvero una giornata perfetta,
tu mi hai fatto dimenticare me stesso:
ho pensato di essere un altro, qualcosa di migliore…

Oh, é un giorno così perfetto,
sono felice di averlo trascorso con te.
Oh, che giornata perfetta:
continui a tenermi attaccato a te,
continui a tenermi attaccato a te…

Raccoglierai ciò che hai seminato.
Raccoglierai ciò che hai seminato…"


In primo luogo, il cpalavoro di "Transformer" è, ribadisco, "Walk on the Wild Side", e poi ha ragione "countryfeedback": "New York" è un capolavoro di un altro pianeta... in particlare con "Dirty Blvd.", ma non solo...

e anche "Songs for Drella", con John Cale... "Nobody But You"", "Hello It's Me", dedicate a Cinderella Andina Warhol

majorTom ha detto...

Il testo di "Perfect day" va bene per due persone che si amano, a prescindere dai gusti sessuali, dalla razza, dalla religione.
In questo senso è universale.

Modern ha detto...

Ho sempre preferito questo disco
al primo dei Velvet che e' piu' osannato,credo che Transformer sia uno dei capolavori made in usa degli anni 70 !!!
Un Reed in splendida forma

PF1 ha detto...

gran canzone, ma quando partono i cantanti lirici mi viene un attacco di orticaria! Un po' come quando Bono duettava con Pavarotti... AARGH!
In ogni caso io adoro la versione dei Duran Duran, di cui lo stesso Lou Reed disse "la miglior cover del mio pezzo"....