lunedì 10 marzo 2008

XTC

Su David Bowie posso anche accetare delle critiche. E discuterne serenamente.
Perchè mi ha fatto del gran bene, ma anche del male, o comunque spesso nelle sue ansie di rinnovamento mi ha lasciato disorientato.
E' un genio.
E come tale la sregolatezza è un must.
Ma su di LORO non accetto critiche.
Sono la più grande pop band inglese dai tempi dei Beatles.
Schivi e furtivi, privi di look, non hanno mai rincorso il successo-a-tutti-i-costi o lo stardom.
Si sono limitati a riempirci di splendidi album, uno più bello dell'altro, nessuno così così.
All'inizio un pò più oscuri e rock e immersi nell'onda new wave; poi sempre più equilibrati su un immenso pop d'altura, talvolta d'avanguardia, talaltra potenzialmente da classifica, ma mai ruffiano.
English Settlement, Non Such, Drums and Wires e Oranges and Lemons sono i miei album preferiti.
Tra le tante perle ho riscoperto questo video di Mayor of Simpleton


http://www.youtube.com/watch?v=eHUF3gjq2Wo#

che a riascoltarlo oggi è ancora un chicca ed un manuale di come si fa una canzone pop perfetta con pochi ingredienti ma molto sale in zucca. Quel senso della melodia aperta e circolare che parte, decolla, fa un paio di virate e torna a casa ce l'hanno solo loro.
Ah già, scordavo.
Anche Andy Partridge e Colin Moulding sono due Geni con la G maiuscola.
Ma la sregolatezza l'hanno lasciata appena fuori Swindon.
La città (oddio città.....paese) natale da cui non si sono coraggiosamente mai mossi.
Sono praticamente l'alterego concettuale inglese di JJ Cale, un altro grandissimo che al pensiero di partire da Tulsa e di andare in tourneè a cercarsi le chart gli veniva il maldistomaco.
Io ci andrò, in pellegrinaggio laggiù a Swindon e sono sicuro che li conoscerò, magari vecchi e bacucchi.
E che mi offriranno una tazza di buon tea scuotendo la testa e dicendomi, sommessamente e con il loro stile garbato, quanto sono testa di cazzo ad essere un loro fan.
Halleluja.


PS DIMENTICAVO. PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE, I CARI XTC HANNO UN SITO DOVE SI POSSONO VEDERE ESIBIZIONI LIVE E SCARICARE PEZZI IN MODO DEL TUTTO GRATUITO. E CE NE SONO VERAMENTE TANTI. VISITATELO CHE NE VALE VERAMENTE LA PENA
http://www.xtc4u.org/

PPS
Aggiungo direttamente sul topic l'ottimo contributo di Arc sul tema.

Gli XTC sono gli eredi tanto dei Beatles quanto dei Kinks, vale a dire della tipica causticità britannica, mai sbracata, capace di velenose sentenze dette col sorriso che, immancabilmente, a qualcuno (poco perspicace evidentemente) sembra falsità o ipocrisia mascherata da narcisistico anticonformismo. Niente di più sbagliato nel caso degli XTC: il rigore delle loro scelte li ha infine emarginati costringendoli ad autoprodursi per non piegarsi ai diktat dei discografici. Dagli esordi più o meno "punk" hanno sistematicamente disertato qualsiasi aspettativa raffinando un suono che passando dalla pseudo-demenzialità surreale dei primi album al rock più cinico di Drums and Wires e di Black Sea, dove il cupo disincanto si rivela in testi ben poco "estatici": "Living Through Another Cuba", "Travels in Nihilon", "Notes and Coins". English Settlement rappresenta l'abbandono del rock dinamico per una serie di ballate in perfetto stile "Kinks" epoca "Village Green Preservation Society". Quando esce Mummer è un'altra sorpresa: suoni cesellati e cascate di note, ma l'ironia amara non manca ("In loving Memory", "Funk Pop a Roll" ); poi è la volta di The Big Express e di Skylarking e qui talvolta l'estetismo sfiora l'artificiosità (10.000 umbrellas) ma per molti è il capolavoro del gruppo. Vero è però che la produzione di Todd Rundgren grazie a cui l'album ricorda in modo impressionante Pet Sound dei Beach Boys verrà denunciata da Partridge come eccessivamente invasiva. Succede l'album beatlesiano "Oranges and Lemons" tanto perfetto da far rimpiangere ormai qualche spigolosità rock dei primi anni. Il suono è diventato limpidissimo e ai 4 non frega nulla di fare concerti in pubblico, era così già da anni ma ora le speranze di vederli dal vivo sono azzerate. Arriva Non such ed è un'altra carrellata di ballate, poesie, quadretti irriverenti: le sorprese sono finite ma forse non del tutto... ridotti ai soli Partridge e Moulding ormai pensionati di campagna, gli XTC pubblicano Apple Venus vol. 1 e a breve distanza il Vol. 2° che sono una scelta o un condensato di più di un centinaio di composizioni tra l'orchestrale e bandistico (Beatles docet) Vol. 1 e l'elettricità ad alto voltaggio (Vol. 2). Bisognerebbe dire spazio ai giovani, ma questi qua non sembra che abbiano esaurito le cartucce.

PPPS
Acc.....non abbiamo acnora citato la deriva psichedelica del gruppo che per non distorcere l'immagine dell'ensemble XTC pubblicò un paio di album (se ben ricordo....sennò aiutatemi) con il nome di THE DUKES OF STRATOSPHEAR.

25 commenti:

cirillino c ha detto...

vediamo un po' la programmazione di questo blog...

ora vi posto quali sono i preferiti in assoluto del vostro anfitrione, così potete già sapere cosa vi aspetta nei prossimi mesi... anni...
e potete cercarvi un altro "appoggio"...


MT/MAJOR TOM/DIAMANTE-CANE (è sempre lui)
I suoi brani preferiti
scelta CERTICATA)


CD 1

°°° American Pop-Rock
1 Like a Rolling Stone BOB DYLAN
2 God Only Knows BEACH BOYS
3 Little Wing JIMI HENDRIX
4 Born to Be Wild STEPPENWOLF
5 Born on the Bayou CREEDENCE CLEARWATER REVIVAL
6 Medley: Black Magic Woman/Gypsy Queen SANTANA
7 You’ve Got a Friend JAMES TAYLOR
8 Tequila Sunrise EAGLES
9 Love Needs a Heart JACKSON BROWNE
10 Comes a Time NEIL YOUNG
11 The River BRUCE SPRINGSTEEN
12 Talking to the Moon DON HENLEY


CD 2

°°° Soul
1 Hard to Handle OTIS REDDING

°°° Soul-Pop
2 You Are the Sunshine of My Life STEVIE WONDER
3 Easy LIONEL RICHIE/The COMMODORES

°°° Funk
4 Sometimes It Snows in April PRINCE

°°° Hard Rock
5 Sweet Jane(live version) LOU REED
6 Dream On AEROSMITH
7 Astronomy BLUE OYSTER CULT
8 Ain’t Talkin’ ‘Bout Love VAN HALEN
9 Night Prowler AC/DC
10 Sweet Child o’Mine GUNS ‘N ROSES

CD 3

°°° Brit - Pop
1 You Really Got Me The KINKS
2 Helter Skelter BEATLES
3 Handbags & Gladrags ROD STEWART
4 Love JOHN LENNON
5 Moondance VAN MORRISON (iris)
6 Father and Son CAT STEVENS
7 Baba O’ Riley The WHO
8 Moonage Daydream DAVID BOWIE
9 Lazy DEEP PURPLE
10 No Quarter LED ZEPPELIN
11 Someone Saved My Life Tonight ELTON JOHN
12 Memory Motel ROLLING STONES
13 Mad Man Moon GENESIS
14 Anarchy in the UK SEX PISTOLS

CD 4

°°° Brit - Pop
1 So Lonely POLICE
2 Confortably Numb PINK FLOYD
3 London Calling CLASH
4 Making Plans for Nigel XTC
5 A Forest CURE
6 Vienna ULTRAVOX
7 Hunter and the Hunted SIMPLE MINDS
8 Telegraph Road DIRE STRAITS
9 Breaking Us in Two JOE JACKSON
10 Bad U2 (irish, ma finti)
11 Consider Me Gone STING
12 In Your Eyes PETER GABRIEL
13 In a Lifetime CLANNAD + BONO
(irish veri + finto)
14 Walking in My Shoes DEPECHE MODE

majorTom ha detto...

Agnul ti ringrazio perchè mi hai letto nel pensiero: non trovavo più la lista.
E il CD che mi facesti gentilmente ce l'ho intruppato in qualche scaffale.
Volevo vedere a distanza di qualche anno se avevo da fare degli aggiustamenti.
Sai, col tempo......
Ad ogni modo ci farò un post.
Adesso possiamo passare agli XTC se qualcuno ne ha voglia.

C C ha detto...

embé,
sti Brit Awards e sti Grammy 2008 te li ha scippati la contraerea del panetùn?

C C 2 ha detto...

e IL cd che mi facesti...

veramente erano 4... quelli sopra riportati

majorTom ha detto...

ma ti avevo risposto giù da basso.....

denise ha detto...

so di essere profondamente "gnurant"...ma io sti tipi del post non l'ho mai sentiti...
un saluto.

majorTom ha detto...

Denny!
AAAARRRRRRGGGGGGGGGHHHHHHHHHHHHH.
Beata gioventù....

Sandro ha detto...

Degli XTC ricordo bene The ballad of Peter pumpkinhead... sempre anni '80.
Appena ho visto quella sigla chissà perchè ho letto TXT... ricordi quelle schiappe che cantavano Girl got a brand new toy?
--
La qualità dei post continua a salire. Il tutto è proporzionale o inversamente proporzionale agli interventi del SIRE.
Ciao DIAMOND!

denise ha detto...

vabè MAGGIORE...
allora me tocca approfondì...
vabè va...
AAAAAAAAARRRRRRRGGGGGGGGGHHHHHHHHH!
poveri padri dei nostri figli!

majorTom ha detto...

peter pumpkinhead went to town....ECCEZIONALE.

liveon35mm.com ha detto...

Li ho sempre considerati gli unici degni eredi del lato POP dei Beatles, denise qui c'e' qualcosa.

http://www.myspace.com/xtcfans

Diamond hai trovato un'altra band che e' innegabilmente geniale ma lascia vibrare molto poco le mie corde.

notte
Vale

denise ha detto...

graZZie..

Anonimo ha detto...

Volevo scrivere 2 righe sugli XTC ma come vedete è andata diversamente...
Gli XTC sono gli eredi tanto dei Beatles quanto dei Kinks, vale a dire della tipica causticità britannica, mai sbracata, capace di velenose sentenze dette col sorriso che, immancabilmente, a qualcuno
(poco perspicace evidentemente) sembra falsità o ipocrisia mascherata da narcisistico anticonformismo.
Niente di più sbagliato nel caso degli XTC: il rigore delle loro scelte li ha infine emarginati
costringendoli ad autoprodursi per non piegarsi ai diktat dei discografici.
Dagli esordi più o meno "punk" hanno sistematicamente disertato qualsiasi aspettativa raffinando
un suono che passando dalla pseudo-demenzialità surreale dei primi album al rock più cinico di
Drums and Wires e di Black Sea, dove il cupo disincanto si rivela in testi ben poco "estatici": "Living Through Another Cuba", "Travels in Nihilon", "Notes and Coins". English Settlement rappresenta l'abbandono del rock dinamico per una serie di ballate in perfetto stile "Kinks" epoca "Village Green Preservation Society". Quando esce Mummer è un'altra sorpresa:
suoni cesellati e cascate di note, ma l'ironia amara non manca ("In loving Memory", "Funk Pop a
Roll" ); poi è la volta di The Big Express e di Skylarking e qui talvolta l'estetismo sfiora
l'artificiosità (10.000 umbrellas) ma per molti è il capolavoro del gruppo. Vero è però che la
produzione di Todd Rundgren grazie a cui l'album ricorda in modo impressionante Pet Sound dei
Beach Boys verrà denunciata da Partridge come eccessivamente invasiva. Succede l'album
beatlesiano "Oranges and Lemons" tanto perfetto da far rimpiangere ormai qualche
spigolosità rock dei primi anni. Il suono è diventato limpidissimo e ai 4 non frega nulla di fare
concerti in pubblico, era così già da anni ma ora le speranze di vederli dal vivo sono azzerate. Arriva Non such ed è un'altra carrellata di ballate, poesie, quadretti irriverenti: le sorprese sono finite ma forse non del tutto... ridotti ai soli Partridge e Moulding ormai pensionati di campagna, gli XTC pubblicano Apple Venus vol. 1 e a breve distanza il Vol. 2° che sono una scelta o un
condensato di più di un centinaio di composizioni tra l'orchestrale e bandistico (Beatles docet) Vol. 1 e l'elettricità ad alto voltaggio (Vol. 2). Bisognerebbe dire spazio ai giovani, ma questi qua non sembra che abbiano esaurito le cartucce.

arc

Sandro ha detto...

Altro che mediatrek... prendo appunti e stasera mi aggiorno grazie al Mulo.
Bell'intervento.

fedewaits ha detto...

ma quale gioventu, neanche io li conosco! ma zero! (cioé qualche pezzo si, ma non ho nulla)

majorTom ha detto...

fede.
"Non è mai troppo tardi" è una frase che per gli XTC conserva ancora qualche valore.

majorTom ha detto...

Sandro, qua nessuno vuole rubare il posto ad Assante.
Però siamo fieri di avere delle passioni.
E quando c'hai qualche passione non c'è critico musicale che possa superare ciò che sai e ciò che vedi tu.
Loro sono "generalisti" per contratto.
Noi siamo i veri "specializzati".

Anonimo ha detto...

per Denise,

normalmente, quando qualcuno scrive nel blog "approfondirò" (riferito a una band o a un artista) e io già gli devo spedire il Definitive NILIANG, aggiungo nella busta un paio di tondini con il best of dei musici in quistione... che se poi vuole comprarsi gli album dei figuri, affaracci suoi…

ma in questo caso NO, perché mi fa senso contribuire a diffondere la lebbra (musicale) nel mondo!

gli XTC (ovvero “ecstasy”… figuriamoci!), hanno sempre venduto una mezza cippa, ma chissà perché hanno sempre goduto di critiche favorevoli da parte dei “pompatori cartacei” brit, che li paragonavano ai quattro furbastri…
ripresi dai ns. copia-incollatori, gli estasiati si sono guadagnati un fedele seguito di culto… e le male piante, si sa, sono difficili da estirpare, anche decenni dopo…


in realtà gli sfigatelli non hanno fatto altro che ricicciare all’infinito le idee e il sound del Sergente Pepe… idee di altri, evidentemente…
cioè deformazione della struttura-canzone, mutandone in continuità tempo, chiave e strumentazione… Sergente Pepe, appunto…

erano un gruppo di studio piuttosto che da piccoli club o da concerto, perché dal vivo mica le puoi rifare le sovraelaborate produzioni “posticce”… eh, eh, eh… un pochino bisogna pur saper suonare…

in sintesi: saranno pure "estasianti", ma è "robetta leggerina"!

lassa perde, Dende: in giro ne trovi a migliaia, di mejo…

Anonimo ha detto...

Stè, dei "Dukes" conosco un solo album, ma è facile verificare con Internet. Ti ho ringraziato con un post che forse è in viaggio per cui non mi ripeto.
Un album che cerco da tempo in rete e non solo è il primo di Partridge "The Lure of Salvage", risale all'epoca di Black Sea e conterebbe le intemperanze che non potevano trovare spazio negli album ufficiali del gruppo, a parte Travels in Nihilon, ma se questa appartiene al filone delle intemperanze...

arc

majorTom ha detto...

Arc non mi ringraziare sono io che ringrazio te per il contributo.

Così come ringrazierei chi sappiamo per un (eventuale) contributo che non fosse l'ennesimo spernacchio immotivato....

Non sapevo dell'album solo di Partridge anche se non mi stupisce vista la prolificità dell'uomo...Moulding al contrario è un pò più stitico ma quando scrive lascia sempre il segno.

Denny, sei grande anche se giovane. Ed hai già i tuoi gusti. Saprai trarre da sola un giudizio, ne sono certo.

denise ha detto...

accetto i consigli di tutti...
e... grazie Maggiore.

denise ha detto...

ad ogni modo...
probabilmente 5 o 6 pezzi non costituiscono un campione rappresentativo, nemmeno per il mio modesto giudizio, ma...a me non ancora suggeriscono nulla.
Sicuramente è un mio limite.

Sandro ha detto...

Come non si può voler bene a questa babbiona????

denise ha detto...

zotico

Anonimo ha detto...

Wonderland.

Porillo