venerdì 24 aprile 2009

La sindrome Breznev/Hussein ovvero "QUANTI CAZZO DI SOSIA DI DYLAN CI SONO IN GIRO?"

E' appena uscito Together through life, il nuovissimo e fiammante 579esimo album di inediti di zio Bob.
Che, tra una cosa e l'altra, sta conducendo la 785esima tourneè in giro per il mondo.
Non si sa quando ha inoltre trovato il tempo di fare il diggei in radio, pubblicità ad una azienda di lingerie, libri, film, greatest hits volume 135 e 136, cazzi e mazzi.
In più mostre, seminari, rassegne, tribute band come se piovesse.
Insomma signor Zimmermann.
Lei mi è più appariscente di Mick Jagger.
Più prezzemolo di Alba Parietti.
Più onnipresente del Grande Fratello (nel senso orwelliano).
Qual è il problema?
Orsù, sta contagiando anche Bruce Springsteen, che una volta registrava un album a lustro oggi pubblica ogni scoreggina. E si sente. Che sono scoreggine. Cazzo.....Queen of the supermarket....maddai Boss.
Basta, basta, basta.
Prendete esempio da Mina, che ha fatto del suo ritiro un monumento al marketing.
E se proprio non vi riesce, cazzo, fate almeno come JJ Cale.
Siate sfuggenti, timidi, coltivate l'understatement.
Ne beneficerà la vostra memoria futura.
E non costringerete l'amico Agnul a seguire il decreto legge sull'edilizia (sì, quello approvato all'unanimità dal parlamento....) aumentando la cubatura della sua cd-teca del 20% solo per inserire i vostri ultimi CD!
Halleluja!

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Parole sante, signor Maggiore, parole sante....
Per quanto riguarda Dylan, ho smesso di stargli appresso dall'epoca di Slow Train Coming, 20 anni or sono (eccezion fatta per "The Bootleg Series")......
......relativamente a Springsteen, invece, stento a credere che in quella specie di pupazzo comprensivo di lifting e capelli tinti, sopravviva lo spirito libero dell'eroe dei miei 18 anni col quale ho condiviso tante corse su una Chevrolet del '69 (con Sonny piazzato sul sedile posteriore)......
Saluti
Hermitage (declinato al maschile)

majorTom alias Diamonddog ha detto...

Non c'è speranza signor Hermitage.
Sono appena stato presso un rivenditore di dischi per accorgermi che è uscito un nuovo lavoro anche di JJ Cale (Roll In se ho letto bene).
Con roboante e flashato annuncio in copertina dell'ennesima collaborazione con Enrichetto Clapton.
Con epica e polverosa copertina, come da copione.
Come non reprimere un moto di stizza ripensando ai capolavori (anche) grafici di Troubadour e Grasshopper?
Fate un disco ogni 10 anni signori.
Per favore.
Non è la numerica che conta, ma la ponderata.

ReAnto ha detto...

Bob é Bob,non si tocca! Chi trovo patetico è Iggy Pop.. No?
Ciao

porillo ha detto...

Major, gli squadristi di Rescaldina sono gia' sulle tue tracce...
AntonAusTirol, perche patetico Iggy?
Poi quando uno mi parte con un proclama " ... non si tocca!", hai voglia a discutere...

Anonimo ha detto...

Diamond, Roll on di JJ cale è la solita solfa, e io a JJ je vojo bene, sia chiaro. JJ NON POTREBBE MAI FARE QUELLO CHE FA DYLAN. Ogni disco che fa, che è sempre Musica di un certo livello, ha lo stesso identico stile di sempre. Blues.

majorTom alias Diamonddog ha detto...

ReAnto, toccare tocca a tutti.
Non mi fermo nemmeno davanti a Bowie, pensa te.
Che è dal 1987 che non fa un album degno di.
Anche se quando lo dico mi viene una fitta.....

henry ha detto...

allora ascoltati il podcast di assante, così ti rincuori un po'...

majorTom alias Diamonddog ha detto...

grande zio, come sempre insostituibile!

andrea sessarego ha detto...

Non mi dirai che quella cagata immonda di "Never Let Me Down" (1987) è un bel disco!

majorTom alias Diamonddog ha detto...

No, hai ragione.
Mi riferivo a Earthling.
Ho sbagliato decennio (1997 anzichè 1987).
Bella prontezza di riflessi amico!

Strato2006 ha detto...

Ha ha ha! Troppo giusto... ;)