giovedì 4 giugno 2009

Coraggio, basta poco!

IN QUESTO CELEBRE PEZZO C'è TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SUL ROCK E NON AVETE MAI OSATO CHIEDERE.
ONE TWO THREE FOUR, UN BEL RIFF, ENERGIA A PALATE, UN TESTO GRAFFIANTE DI PROTESTA E UN RITORNELLO CHE SI STAMPA IN TESTA ALLA PRIMA.
QUANDO C'E' LA PASSIONE E LA SEMPLICITA' C'E' TUTTO QUELLO CHE SERVE.
E PER QUESTO, FINCHE' CI SARA' QUALCUNO CHE SAPRA' RIMETTERE INSIEME IL FACILE PUZZLE, IL ROCK NON MORIRA' MAI, ALLA FACCIA DELLE CORNACCHIE.
E ADESSO, ANCHE SE IL VIDEO NON C'ERA E DOBBIAMO ACCONTENTARCI DI UN OTTIMO AUDIO (MA TANTO CHI NON HA MAI VISTO I CLASH?)........KARAOKE!!!!!!


They offered me the office, offered me the shop
They said I better take anything they got
Do you wanna make tea at the BBC?
Do you wanna be, do really wanna be a cop?

Career opportunities are the ones that never knock
Every job they offer you is to keep out the dock
Career opportunities, the ones that never knock

I hate the army and I hate the RAF
I don’t wanna go fighting in the tropical heat
I hate the civil service rules
And I won’t open letter bombs for you

Career opportunities are the ones that never knock
Every job they offer you is to keep out the dock
Career opportunities, the ones that never knock

Bus driver!
Ambulance man!
Ticket inspector!
I DONT UNDERSTAND!

They’re gonna have to introduce conscription
They’re gonna have to take away my prescription
If they wanna get me making toys
If they wanna get me, well HELL, I got not choice

Career opportunities are the ones that never knock
Every job they offer you is to keep out the dock
Career opportunities, the ones that never knock

Careers
Careers
Careers
Ain’t a-never gonna knock


Career Opportunities (live) -- The Clash

8 commenti:

fran ha detto...

Ero sparita da qualche giorno perché davanti a Eddie Cochran non sono riuscita a scrivere niente di sensato. Come puoi raccontare in due parole cosa rappresenta per te un mito fondante?
Torno e mi trovo un altro pezzo impossibile: come fai a commentare i Clash?
Io passo, Tom. Ora mancano solo i Ramones...

ReAnto ha detto...

Joe Strummer :-(

majorTom alias Diamonddog ha detto...

Anch'io provo un senso di inadeguatezza quando c'è da parlare di mostri sacri (altrimenti in tre anni di blog avrei fatto 756 post su Bowie, invece ne avrò fatti sì e no 3 o 4).
Ciò non toglie che ogni tanto debba essere rimesso qualche punto fermo.
Così per ritarare la bussola tra un ascolto effimero e un altro.
The Clash sono fra i pochi (Who? Kinks? Ramones?) che hanno colto l'essenza del rock.
Ci sono fior di band e fior di artisti, bravissimi e geniali compositori, incredibili e pirotecnici strumentisti.
Ma cogliere l'essenza come dicevo prima ci son veramente riusciti in pochissimi.

PepPorno ha detto...

oh, i love rock'n'roll!

Anonimo ha detto...

ze clasc.

bob nor.

SandroSandinista ha detto...

Sempre un "bravo", per Te, DD.
Una parte della colonna sonora della mia adolescenza, periferica e spesso asfittica.
Presero il punk, lo suonarono meglio di tutti, seppure con i loro limiti e le loro carenze tecniche, e poi lo portarono da un’altra parte, geniali e creativi come pochi altri.
Poi il basso doom nell’intro di Guns of Brixton, l’impegno civile e sociale, originali anche nei pezzi facili.
Non sono riuscito a trattenere la commozione, vedendo tempo fa "Billy Elliot", nel sentire "London Calling" fare da commento sonoro alla repressione tatcheriana degli scioperi dei minatori nel Nord dell’Inghilterra.
E' bene anche ricordare il ruolo politico dei Clash, di cui si parla troppo poco. Al di la’ del nichilismo dei Sex Pistols e altre punk band, Strummer & Co. furono uno dei primi gruppi a mettere la politica nella musica ma anche a portare i musicisti nella politica. Politica di base, non quella da parrucconi. Manifestazioni, volantinaggio, propaganda... non si parla di liveaid o BonoVs.debito. L’inghilterra di quegli anni si stava per scontrare pesantemente con i disastri liberisti della Thatcher e i Clash, erano in prima fila con la working class per resistere allo smantellamento di quello stato sociale (welfare), che era e fu un vanto per l'Inghilterra. Oggi, come credo possa confermare Valerio, quel welfare non esiste piu’. Tutto ciò che e’ stato privatizzato e’ allo sfacelo piu’ completo. Ecco i clash erano una resistenza contro questo.
E Comunisti!

Sandro ha detto...

C'incastra niente, ma poi mi son venuti in mente i Big Country..

andrea sessarego ha detto...

Sante parole. Rock.