giovedì 24 aprile 2008

Bauhaus - In the Flat Field

La qualità del video non è esattamente delle migliori.
Ma la canzone per me ancor oggi resta una delle più rappresentative dell'epoca.
Peter Murphy e soci, ferventi seguaci di David Bowie ma anche (scusate ma di questi tempi mi scappa spesso....) di Johnny Rotten, alle prese con i rimasugli del Punk ma anche con le oscurità del Goth, si infilarono presto e consapevolmente in un tunnel buio e senza ritorno.
A niente valsero le successive virate verso il funk o la dance.
BAUHAUS erano morti prima ancora di diventare vecchi.
E forse è stato meglio così.
Hanno brillato tanto in poco tempo.
Come vuole la neil-young-lesson-number-one.
Un destino parallelo a quello di un'altra grandissima band dell'epoca, i Killing Joke, di cui già parlai qua.

Gruppi da TENAX, per chi capisce cosa voglio dire.

14 commenti:

liveon35mm.com ha detto...

Una band che ha fatto cose fantastiche e cose assolutamente inavvicinabili.

Non sono morti comunque, hanno un album uscito da pochissimo e fanno (quasi) regolarmente concerti in giro.

con quale qualita' non ne ho idea.

ciao
Vale

Anonimo ha detto...

bauhaus. Ricordo un'intervista degli albori...
Ma a proposito di cose eccessive, morti, schifezze devo segnalarvi qualcosa di ben peggiore delle Worst Covers: cercate "The 50 Most Controversial Album Covers Of All Time!" alcune sono davvero inguardabili (sotto ogni aspetto).
I did warn you.

arc

Anonimo ha detto...

ciao mT,
mi pare di aver gia' detto, qualche anno fa, da Assante, che trovo la cover di "Ziggy Stardust" migliore dell'originale... anche se tu non sarai d'accordo :)
Il loro lavoro "Burning from the inside" ( in cassetta ) l'ho consumato a forza di ascoltarlo.
Ma erano altri tempi...
Buon w.e
s.

liveon35mm.com ha detto...

Condivido sulla cover di Ziggy Stardust con Sonia...se non meglio dell'originale sicuramente una delle piu' grandi covers ever.

Sonia,
domanimattina 25 aprile, dai un'occhiata da me e ti ritroverai il "tuo" Billy (Bragg) in tutto il suo splendore, testi e foto, of course.

Astenersi fascisti di ogni latitudine. No Pasaran.

buon weekendlungo beati voi
Vale

majorTom ha detto...

ok, sulla cover di Ziggy.
1) NON può essere meglio dell'originale perchè E' l'originale che ha dettato le regole ANCHE delle cover, che non rappresenta un adattamento ma quasi un remake.
2) E' però un grandissimo remake perchè rispettosissimo in modo quasi religioso dell'originale. Che viene accelerato e indurito adattandolo ai mutati tempi ed al sound dei Bauhaus.
Ciao a tutti

porillo ha detto...

Anch'io sulla cover di Ziggy sono d'accordo con Vale. Ma, de gustibus...

Dei Bauhaus, che amo alla follia, come sai, preferisco sempre Bela Lugosi's dead ( come ne parlai qualche tempo fa nel bloggone )
Con rispetto.

Anonimo ha detto...

E per chi non capisce cosa vuoi dire?


Anonimaqui

majorTom ha detto...

@pori
Strano gruppo i Bauhaus. Sono abbastanza d'accordo anch'io con Valerio. Grandi picchi e grandi ciofeche. Però i primi tre album sono da incastonare.
@anonimaqui
Il Tenax era una delle discoteche più famose del centro Italia. Grande anche per i concerti. Per alcuni anni (fine 70 - primi 80) fu un vero e proprio centro di attrazione a livello nazionale.
Tutti o quasi i grandi gruppi dark o new wave passarono di lì per un concerto durante le fasi iniziali della loro carriera.
Ancora oggi c'è chi mi racconta mirabilie della "passata" di Jaz Coleman e i suoi Killink Joke, che io mancai per assoluta incoscienza (li ho scoperti dopo).

Anonimo ha detto...

Ora ho capito, grazie:)

Chi lo avrebbe detto Mt che sei un tipo da discoteca:)

Anonimaqui

majorTom ha detto...

A dire la verità non è che ci andassi troppo.
E il motivo principale non era la musica.....
Anche se ho attraversato la disco-music (poco più che bambino), la dance, l'elettronica, la new wave e poi ho appeso le scarpe al chiodo.
Techno e rave non fanno per me.

majorTom ha detto...

per non parlare di quelle boiate dell'hip hop o del rap.

Anonimo ha detto...

E sul Trip Hop che mi dici?:)


Anonimaqui

porillo ha detto...

Major, il tempo del ballo e' ormai finito ( se non ti vuoi riciclare col latino-americano...)
Ma nun t'allarga'troppo, il rap aveva il suo perche', e io non disdegno neanche la trip-hop, drum'n'bass e lounge, nu-jazz e funk bossa.
Ma, si sa, so' fighetto....

alè manno ha detto...

che è sto mortorio?
evvabbè, l'avete preso'ntasca...
ma non siate così sul trasandato...
ci fate godere ancora di più, nel vedervi così, con le recchione basse alla osvaldo leprotto...