mercoledì 18 marzo 2009

O di RIFFa o di raffa.......

E' qualche giorno che ne parlo in giro per vari blog, dico di Alex Skolnick.
Un chitarrista che mi era clamorosamente sfiuggito e che ho visto per the first time in my life al Priest Feast con la sua band, i Testament.
Alex viene dal thrash metal. E' velocissimo. Ma una roba. Ma non basta.
Non contento, una decina di anni fa lasciò la band e andò a scuola.
A scuola di jazz, a New York.
Dopo essersi costruito uno spessore che andasse oltre l'originaria velocità, Alex si è riunito alla band da un paio di anni ed è tornato a fare assoli di rock durissimo.
Però con molta più fantasia. E senza pipparolare troppo, soprattutto.
Continua comunque a suonare con il suo Alex Skolnick Trio, girando gli States con la sua personalissima miscela di jazz e rock, in particolare offrendo incredibili versioni jazzate dei classiconi dell'hard and heavy.
Per farvi capire che tipo è non bastano le mie parole.
Vi posto quindi una versione dell'immortale WAR PIGS di Sabbathiana memoria.
Da cui si evince:
a) che Alex è un grande eclettic
b) che Bill Ward (le cui linee di drumming sono riprese fedelmente dal batterista del trio) era un grandissimo batterista, se alcuni avessero ancora dubbi.
Halleluja!

23 commenti:

majorTom ha detto...

perdonate gli errori di stumpa ma vado un pò di fretta....

Anonimo ha detto...

l'hai fatto apposta Stèpp?
Molto godibile il trio, potremmo averli come spalla per i Frank nel tour negli states?

arc

Anonimo ha detto...

mannaggia!! io non posso vedere/sentire i video!
nooooo!!!
quella è una delle mie canzoni preferite dei sabbath! mi piacerebbe sentirla! e ora? come faccio?
shado

majorTom ha detto...

ARC.
Non solo come spalla, ma anche come coscia.
SHADO.
Non riesci a scaricare dal tubo con quei programmini visualizzatori o robe del genere?
Anche per me è uno dei best, e devo dirti che jazzata non ci perde assolutamente niente.
Anzi, ti aiuta a capire quanto fossero grandi i Sabs cattivoni, che facevano le facce e mettevano i chitarroni ma compositivamente parlando erano avanti come pochi.

Anonimo ha detto...

bello bello bello!
.
e sei perdonato per gli errori di STUMPA! ahahahahahahahahahahahahhaahhahahahahahhahaha!
.
dende

Anonimo ha detto...

ciao DD!
è che a lavoro i video (di youtube e non solo) sono bloccati.
a casa sarà un anno che non ho più l'adsl... quindi vi leggo sempre senza mai ascoltarvi :(
fino a 3-4 anni fa suonavo in un gruppo (ci chiamavamo shinin' shado, ecco spiegato il mio nick) col quale dei sabbath facevamo:
war pigs, iron man, NIB e paranoid!!
bei tempi...
shado

majorTom ha detto...

Mi spiace shado non so come risolvere, mi spiace doppiamente perchè quasi 10 min di war pigs jazz sono una goduria.
Se c'è qualcuno in ascolto, come si può aggirare tecnicamente il problema di shado?
Una mail con il link al tubo non serve a un tubo....immagino....

Henry ha detto...

vado un po' fuori tema, ma vi potrebbe incuriosire un duo che si chiama cellobassmetal: due musicisti dell'orchestra sinfonica che fanno pezzi metal con violoncello e contrabbasso.
un video lo trovate qui:
http://www.youtube.com/watch?v=vTTNPHWUobY&hl=it

Anonimo ha detto...

grazie major, ma non c'è soluzione.
pensa che posso accedere a youtube, ma semplicemente non mi lascia vedere i video...
cercherò di recuperare qualcosa (insieme ai 13th floor elevator di assante che mi hanno incuriosito non poco...)
ciao
shado

Sandro ha detto...

Shado, potresti però provare una strada: scaricare il video da youtube convertendolo in FLV o 3GP, MP3, AVI, MP4,WMV, WMA, ecc. e poi aprirtelo tranquillamente sul pc.
Per la conversione potresti usare "convertdirect" di cui ti riporto il link.
Il funzionamento è davvero semplice. Basta incollare l’URL del video e lo scarichi nel formato che preferisci. Solo per la cronaca, "convertdirect" è in grado di estrarre musica dai video di YouTube (wma, wmw).
http://www.convertdirect.com/
-
Buona giornata a tutti i babbi.

majorTom ha detto...

Ustia mi è sparito un commento.
Dalla segnalazione di Henry, volevo dire quanto segue.
Che il mio pensiero è che l'hard and heavy abbia molti punti in comune sia con la musica sinfonica (a livello strutturale) che con quella jazz (l'improvvisazione).
E che musicalmente parlando (al di là della scenografia che può distogliere l'attenzione e al di là del gusto personale) gran parte del hard and heavy sia di spessore maggiore rispetto alla media del Rock.
Tempo fa, per esaltare le doti esecutive di un noto gruppo, ci fu chi parlò di "precision metal".
Altro che cialtroneria.

Anonimo ha detto...

grazie sandro.
mo' provo...

shado

Anonimo ha detto...

Stè, siamo onesti: hard o heavy possono avere di buono il piglio "energetico" del rock che propongono, magari l'hard rock dei Deep Purple e degli Zeppelin (o dei Wishbone Ash o qualche altro gruppo inizio settanta tipo High Tide) ha avuto qualche proposta "colta" e "strutturata" influenzato dal periodo Progressive, ma sicuramente il seguito e la sostanza del genere è stata musica "pomp up the volume", talvolta di buona fattura, spesso ridicola nelle pose, icone, autoghettizzata nelle apparenze necrofile tanto sceme quanto esibite da oscurare qualsiasi buona idea. Io non potrò mai prendere in qualche considerazione un album che ha in copertina uno zombie ghignante con l'accetta grondante sangue (Iron Maiden?). Forse mi perderò chissà cosa ma il biglietto di presentazione lo sceglie il cliente, o no?

arc

majorTom ha detto...

Arc, posso comprendere la tua posizione.
Ma anche tu cerca di credere che, dietro la spesso grandguignolesca facciata, ci sono ancor più spesso dei signori musicisti che scelgono di porsi così.
Al di là di quelli che sembrano fare sul serio (gran parte dei sottogeneri de-generati a cui penso tu faccia riferimento e che anche io aborro) la maggior parte degli altri è goliardica.
E proprio l'esempio da te citato calza a pennello.
Steve Harris, fondatore e leader storico dei Maiden, oltre che un musicista coi controc. e ottimo bassista, è un (ex) professore di letteratura.
Ha la classica tenuta nel qualcosasex, padre di famiglia, persona gentile e umile.
Poi mettono in copertina la loro mascotte (Eddie) più per motivi di merchandising (sapessi quante ne vendono) che altro.
Eddie non è una maschera sanguinaria.
E' un fumettone, magari di cattivo gusto, ma penso sia meno cattivo di un qualunque Simpson o Griffin.
Non ti chiederei mai di farti piacere questa roba.
Però debbo comunque spingerti a credere (ecchediamine qualcuno deve pur fare questo sporco mestiere) che dietro la facciata "pubblicitaria" c'è anche spesso molta sostanza.....
Il che non significa che uno continui a sguazzare nell'hard- rock-show tutta la vita.
Solo che ogni tanto un bagnetto ci sta bene!

Strato2006 ha detto...

Azz 'sta cosa mi intrippa non poco... non lo conosco, stasera devo assolutamente passare di qui! Adoro i chitarristi jazz-rock, di questo ho sentito parlare ma devo ancora ascoltare... ok a stasera allora... ;)

Anonimo ha detto...

Occhei, diciamo che Harris quindi vuole "farci" senza "esserci" il che però è quasi peggio del contrario (cioè essere orrorifico perchè orrormaniaco): qualcosa tipo Marilyn Manson insomma.
Ma, dico io, perchè strizzare l'occhio al ragazzo suggestionabile prendendolo per il c... invece di fare altro, chessò,
suonare musica magari inventandosi qualcosa di nuovo?
Comunque mi fermo qui, conosco poco o niente i Maiden a parte qualche ricordo di vent.. trent'anni (!!) fa. Il beneficio del dubbio va sempre coltivato: però le cover... bleah.

arc

majorTom ha detto...

Ok, lasciamo perdere coloro i quali utilizzano immagini false e tendenziose al mero scopo di attrarre pischelli.
Però gran parte del mondo metal va giù liscio....jeans, chiodo e rockenrolle.
Mi ricordo ai tempi le dispute con messer bonzo, tuo concittadino e desaparecido, sulle messeinscena del rock duro.
Che lui aborriva.
Io invece penso sempre "perdona loro perchè sanno quello che fanno....".
Arc, detto seriamente.
Il punto cardine dell'estetica metallara è molto vicino a Bowie (da qui il mio insistere).
Entrambi sono teatrali e mettono in scena "sè stessi" diversi.
E a mio avviso la maggior parte dei fan lo sa, e ne apprezza le doti recitative.
Poi ovviamente ti seguo in tutto e per tutto se parliamo di soggetti suggestionabili che "bevono" certe panzane come se fossero vere.
Anche Steve Harris e company dovrebbero mettersi una mano sulla coscienza (sfilandola dalla tasca) pensando che forse la fuori qualche gonzarello che abbocca c'è davvero e quindi perchè infierire?
E' bello comunque disquisire con te, mi metti a dura prova.

porillo ha detto...

Forte.
Ho raccattato Alex Skolnick Trio - Last Days in Paradise.
Notevole.
Zenchiu, Major.

majorTom ha detto...

Sono sempre più congratulato con me stesso per questo post trasversale.
E con voi medesimi per avermi quantomeno dato udito.
Nel senso dell'audio, non del dito siculo.

Strato2006 ha detto...

Eccheccaso! Bravi questi... un bell'insieme di sonorità. Un rock "filtrato" da una certa intenzione jazz... o forse il contrario... bravi.

Sandro ha detto...

DD, te lo dico con tutto l'affetto che provo...
Con sta battuta... "Nel senso dell'audio, non del dito siculo" hai mandato tutto a puttane...
Non ci siamo... non ci siamo...

majorTom ha detto...

Sandro, la mià metà trash (senza acca la t e la r) mi impone certe uscite.
Penso lo faccia per evitare che qualcuno possa ogni tanto pensare che io sia una persona seria.

Sandro ha detto...

Solo ogni tanto... solo ogni tanto...
(con sorriso e gran pacca sulla spalla)